I
preparativi per la Mostra del cinema di Venezia, il 25 agosto 2014. (Gabriel Bouys, Afp) Il 27 agosto comincia la 71ª edizione della Mostra del cinema di Venezia. La manifestazione si concluderà il 6 settembre. I lungometraggi della selezione ufficiale sono 55, di cui 54 in prima mondiale. Per la sezione Venezia 71 sono in concorso venti film. Tra questi Birdman (The unexpected virtue of ignorance) di Alejandro González Iñárritu, che sarà proiettato in apertura, subito dopo la cerimonia d’inaugurazione del festival. Cinema Al via la Mostra del cinema di Venezia 27 agosto 2014 08.35 Consiglia 681 Tweet 75 Email Stampa I preparativi per la Mostra del cinema di Venezia, il 25 agosto 2014. (Gabriel Bouys, Afp) Il 27 agosto comincia la 71ª edizione della Mostra del cinema di Venezia. La manifestazione si concluderà il 6 settembre. I lungometraggi della selezione ufficiale sono 55, di cui 54 in prima mondiale. Per la sezione Venezia 71 sono in concorso venti film. Tra questi Birdman (The unexpected virtue of ignorance) di Alejandro González Iñárritu, che sarà proiettato in apertura, subito dopo la cerimonia d’inaugurazione del festival. Il presidente della giuria della sezione principale, Venezia 71, è il musicista e autore di colonne sonore Alexandre Desplat. Gli altri giurati sono Joan Chen, Philip Gröning, Jessica Hausner, Jhumpa Lahiri, Sandy Powell, Tim Roth, Elia Suleiman e Carlo Verdone. La madrina dell’evento è Luisa Ranieri. Saranno loro ad assegnare i premi ufficiali: il Leone d’oro al miglior film, il Premio speciale della giuria, il Gran premio della giuria, la Coppa Volpi al miglior attore e alla miglior attrice e il premio Marcello Mastroianni. Fuori concorso sono in programma diciassette film e un cortometraggio. Nella sezione Orizzonti saranno in competizione diciotto film. Il paese più rappresentato è la Francia, con quattro lungometraggi. I film italiani in gara saranno tre: Il giovane favoloso di Mario Martone, un film biografico su Giacomo Leopardi con Elio Germano, Anime nere di Francesco Munzi, un film sulla ‘Ndrangheta girato ad Africo, in Calabria, e Hungry hearts di Saverio Costanzo, ispirato al libro Il bambino indaco di Marco Franzoso. Cinema Al via la Mostra del cinema di Venezia 27 agosto 2014 08.35 Consiglia 681 Tweet 75 Email Stampa I preparativi per la Mostra del cinema di Venezia, il 25 agosto 2014. (Gabriel Bouys, Afp) Il 27 agosto comincia la 71ª edizione della Mostra del cinema di Venezia. La manifestazione si concluderà il 6 settembre. I lungometraggi della selezione ufficiale sono 55, di cui 54 in prima mondiale. Per la sezione Venezia 71 sono in concorso venti film. Tra questi Birdman (The unexpected virtue of ignorance) di Alejandro González Iñárritu, che sarà proiettato in apertura, subito dopo la cerimonia d’inaugurazione del festival. Il presidente della giuria della sezione principale, Venezia 71, è il musicista e autore di colonne sonore Alexandre Desplat. Gli altri giurati sono Joan Chen, Philip Gröning, Jessica Hausner, Jhumpa Lahiri, Sandy Powell, Tim Roth, Elia Suleiman e Carlo Verdone. La madrina dell’evento è Luisa Ranieri. Saranno loro ad assegnare i premi ufficiali: il Leone d’oro al miglior film, il Premio speciale della giuria, il Gran premio della giuria, la Coppa Volpi al miglior attore e alla miglior attrice e il premio Marcello Mastroianni. Fuori concorso sono in programma diciassette film e un cortometraggio. Nella sezione Orizzonti saranno in competizione diciotto film. Il paese più rappresentato è la Francia, con quattro lungometraggi. I film italiani in gara saranno tre: Il giovane favoloso di Mario Martone, un film biografico su Giacomo Leopardi con Elio Germano, Anime nere di Francesco Munzi, un film sulla ‘Ndrangheta girato ad Africo, in Calabria, e Hungry hearts di Saverio Costanzo, ispirato al libro Il bambino indaco di Marco Franzoso. Tra i fuori concorso ci saranno, tra gli altri, The sound and the fury di James Franco, La trattativa di Sabina Guzzanti e Nymphomaniac volume II director’s cut di Lars Von Trier. Nella sezione Orizzonti saranno proiettati The president di Mohsen Makhmalbaf, Io sto con la sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry, e Belluscone, una storia siciliana di Franco Maresco. I Leoni d’oro alla carriera saranno consegnati alla montatrice Thelma Schoonmaker, storica collaboratrice di Martin Scorsese, e al regista e documentarista Frederick Wiseman.