C
ome ogni estate, Roma si sta trasformando in un gigantesco set a cielo aperto. Tante le pellicole in fase di realizzazione; fra queste anche Torno indietro e cambio la mia vita, la nuova commedia di Carlo Vanzina. E ieri, 16 giugno, il protagonista Raoul Bova era nel cuore di Roma – per l’esattezza in Piazza San Lorenzo in Lucina – con i suoi compagni d’avventura Giulia Michelini, Ricky Memphis, Max Tortora e Paola Minaccioni. Nel giro di qualche minuto, come ampiamente prevedibile, s’è formata una folla variegata e curiosa. Si girava una scena con Bova e la Michelini, che interpretano una coppia “storica” formatasi ai tempi del liceo. Sono sposati, stanno bene, tutto sembra vicinissimo alla perfezione quando una crisi improvvisa sfocia in un’altrettanta repentina rottura (voluta soprattutto da lei). Un grave incidente che coinvolge entrambi avrà delle conseguenze incredibili: torneranno bambini come per magia, sia pur conservando l’aspetto fisico di due quarantenni. Insomma, sarà soltanto la mente a fare un ampio passo indietro nel tempo. E da questa situazione, ovviamente, scaturirà un’infinita serie di gag, equivoci e momenti imbarazzanti. Riuscirà Vanzina a scansare il rischio di cadere nel banale e nel già visto? Gli attori sono “forti” e amati dal pubblico, su questo non v’è ombra di dubbio. E lo dimostra anche l’adrenalina che s’è scatenata ieri dinanzi alla loro apparizione. Tutto il resto è da vedere. Qualcuno, ieri, ha provato a strappare ulteriori informazioni sullo sviluppo della trama ma senza alcun risultato. Vanzina ha proibito di fiatare. Prodotto dalla Cattleya, il film uscirà nel corso del 2015. Il ruolo principale femminile, in un primo momento, era stato affidato ad Ambra Angiolini. Poi è subentrata la Michelini e il piccolo giallo è rimasto irrisolto…